Pierluigi Emesti

Nasco a Milano negli anni 60, ragioniere e fumettista mancato, padre per ora riuscito. Attualmente educatore professionale in un C.D.D.

La fortuna ha voluto farmi incontrare uomini fuori dal comune che mi hanno permesso di imparare e crescere professionalmente, con persone disabili, minori nel circuito penale, stranieri, categorie a rischio emarginazione: ed ho imparato che tutti siamo un po’ fragili.

Ha scritto per noi:

Perchè ammazzare chi ci dovrebbe/potrebbe aiutare

“Cambia il mondo ma noi no…”

I falsi benestanti

“Primavera per tutti!”

Perché voglio stare bene con i miei colleghi

Quando muore una persona della quale ci prendiamo cura

Vengo anch’io!

Ma l’amor mio non muore

Il tassista si è perso

 

 

Lascia un commento