Archivi tag: assistenti sociali

Il remote working nel sociale

di Chiara Biraghi*, Ombretta Okely**, Anna Tonia Gabrieli***

 

Abbiamo scritto questo articolo partendo dalla nostra esigenza di raccontare, almeno in parte, quello che sta accadendo nel mondo dei servizi, non solo sociali, durante questa fase di emergenza dovuta al Covid-19.

Il virus ha colto tutti impreparati, dagli operatori ai cittadini, e il trovarsi in nuove e complesse situazioni ha richiesto uno sforzo sia di metodo sia relazionale agli operatori, mentre ai cittadini ha imposto il dover chiedere a dei servizi, spesso sconosciuti.

Ci siamo incontrate a distanza e raccontandoci è nata l’idea di scrivere per condividere esperienze e vissuti e per lasciare traccia di una trasformazione e di un nuovo tempo, che potrebbe insegnare tanto dal punto di vista professionale. Continua a leggere

Diritti e rovesci. Qualche riflessione sul significato del Social Work Day 2016

ifsw_85303-6di Elena Giudice*

Cosa fanno gli assistenti sociali? A cosa servono?

Questa domanda me la sono posta io stessa tanti anni fa e poi ogni volta che qualcuno mi sprona involontariamente a riflettere sul senso della professione che ho scelto 20 anni fa e che tuttora mi appassiona. Una professione complessa come un caleidoscopio. Mi piace essere sollecitata a ripensare la professione, il suo significato profondo, la sua storia, i suoi principi.

E qui entra in gioco il Social Work Day. A cosa serve? Continua a leggere

G.O.S. – Giovani Operatori Scoraggiati … Speranzosi

di Diletta Cicoletti

Deserto-uomo-soloMi capita di pensare a come si debba sentire un assistente sociale o un educatore appena laureato oggi. Ma siccome questo pensiero rischia di essere totalmente sganciato dalla realtà (perché non sono giovane, non sono operatore sociale, non so cosa vuol dire esattamente laurearsi oggi in servizio sociale o in scienze dell’educazione) posso provare a capirlo ascoltando le voci di chi cerca, di chi vuole costruirsi una propria professionalità, di chi vuole provare a mettere a frutto le conoscenze acquisite nei corsi di studi e nelle esperienze di tirocinio e accrescere competenze. Magari insieme ad uno stipendio, ad un percorso in un’organizzazione, con la possibilità di essere accompagnato (ma non troppo) nelle future decisioni. Continua a leggere

Una professione alle corde? Assistenti sociali di fronte alla crisi del welfare

di Ariela Casartelli e Carla Dessi *

Detail of rope on a ship

Detail of rope on a ship

Alla fine ce l’abbiamo fatta e con l’Ordine degli Assistenti Sociali Lombardo abbiamo pubblicato un “Quid Album” che contiene gli Atti del convegno svoltosi l’11 giugno 2014 a Milano, promosso dallo stesso Ordine, dal titolo “Il futuro del welfare”.
Insieme agli atti ci sono i principali risultati di una ricerca sulla professione dell’assistente sociale, promossa dallo stesso Ordine e da noi condotta nella duplice veste IRSLombardiaSociale nei primi mesi del 2013, con il diretto coinvolgimento di oltre 2.400 assistenti sociali lombardi. La pubblicazione verrà messa a disposizione gratuitamente a tutti gli iscritti all’Albo del CROAS Lombardia e acquistabile online sul sito di PSS. Continua a leggere

Artigiani sociali 2.0: l’esperienza di Vittorio Zanon

Francesca Longobardi*

vittorio zanon2I professionisti, anche quelli dell’aiuto, stanno iniziando ad abitare i social network e più in generale il web. Vittorio Zanon ha precorso i tempi e ora, esperto delle tecnologie 2.0, è un punto di riferimento di tutta la comunità degli assistenti sociali.

Per Socialinstep.com l’ho intervistato, e qui compare la seconda parte della conversazione. Continua a leggere