Archivi autore: Diletta Cicoletti

La premiazione: domani siamo a Roma!

swwd2015Siamo pronti a premiare le 10 esperienze vincitrici del bando “Costruiamo il welfare di domani”, nato con l’obiettivo di promuovere, riconoscere, valorizzare buone prassi che oggi, ai diversi livelli di lavoro nel welfare, coltivano e praticano, in campo istituzionale, organizzativo, operativo, professionale, idee e iniziative di cambiamento, sviluppo e miglioramento, nella logica della proposta di riforma dell’Istituto per la Ricerca Sociale.

Continua a leggere

Rifugiati

di Diletta Cicoletti

foto 5C’è un gruppo di rifugiati in montagna, in una delle valli dell’Ossola, la Valle Vigezzo, in uno dei paesi “baciati dal sole” anche d’inverno, Craveggia, in una delle ex case di riposo rimaste a fare altro sul territorio. Continua a leggere

Lo storify di #Welforum

welforum_logoPrima del breve resoconto commentato della due giorni che si è conclusa venerdì 5 dicembre a Firenze, dedicata alla “Nuova strategia di relazione tra enti pubblici ed enti del privato sociale”, pubblichiamo lo storify del live twitting che abbiamo condotto e una breve galleria di immagini dei diversi momenti di welforum. Continua a leggere

Microcosmo parco giochi

di Diletta Cicoletti*

10414410_10205203434429547_7362836089883172395_nHo sempre pensato che il parco giochi davanti a scuola fosse un piccolo mondo concentrato e ho sempre pensato che chi programma le politiche per l’infanzia e per le famiglie potrebbe frequentarli, anche se non obbligati, per aggiornare la propria mappa dei dati di contesto.

Quello che frequento di solito è in piazzale Bacone a Milano ed è un posto di una vitalità imbarazzante. Alle 16, primo orario di uscita della materna, trovi al parchetto i nonni, pochi. Alle 16.30 si uniscono i bimbi della seconda uscita della materna e della primaria. Continua a leggere

Mamme a caccia di diritti

di Diletta Cicoletti*

disegno emmaDopo la mia prima gravidanza ho avuto un rientro al lavoro faticoso, tanto che, per condividere qualche fatica e qualche pensiero più costruttivo ho aperto un gruppo facebook “Donne che Tornano al Lavoro”: sentivo di dover ripensare al mio lavoro, alle mie aspettative e alle mie aspirazioni.

Di fatto il gruppo è diventato un momento di ricerca, di riflessione per me che pubblico i post, ma anche per altre e altri che nei mesi e ormai negli anni hanno partecipato a discussioni e risposto a provocazioni lanciate, a partire sempre dall’attualità e da articoli trovati in rete. Anche le amiche del gruppo dopo il periodo di maternità sono rientrate al lavoro. E ci siamo scambiate pensieri sul difficile-entisiasmante-faticosissimo momento. Qualcuna invece al lavoro non ci è potuta tornare, perché vigliaccamente licenziata oppure “semplicemente” nonconfermata…

Continua a leggere